L'ADHD come superpotere, in che modo gli oli essenziali possono supportare le persone con ADHD?

Sapevi che puoi fare qualcosa con il tuo ADHD che la maggior parte delle persone non può?

“Tuo marito ha l'ADHD. Ciò significa che a te come sua moglie è stato chiesto di organizzare la tua vita in modo tale che possa funzionare meglio. Non può farlo da solo. Ha bisogno di te. Ricordo di aver guardato la giovanissima terapeuta e di aver pensato: 'Le è stata strappata via il vasino? Come può accumulare più fieno nella mia lista di cose da fare già piena?' Probabilmente ha visto che non ero felice e ha stretto i denti. Poi lo ripeté di nuovo, solo più lentamente.
Ho guardato mio marito. Aveva le mani in grembo e si guardò le punte delle scarpe. Quando ha sentito il mio sguardo su di lui, mi ha guardato. E il collegamento in me si è capovolto. Ogni resistenza è caduta. "Va bene", ho detto, "come ce la faremo a gestire questo?".

Ci sono buone probabilità che tu sia neurotipico. Ciò significa che puoi funzionare neurologicamente in un modo che ti rende facile determinare ciò che è importante. Se hai più attività, puoi determinare quali di esse sono le più importanti e puoi anche completarle in ordine di importanza. Inoltre, di solito sarai in grado di svolgere quei compiti che non ti senti di fare. Fai le cose anche perché capisci che qualcun altro pensa che sia importante (genitori, insegnante, capo, partner). Semplicemente perché puoi superarlo, che non sei esattamente motivato per questo, ma che deve essere fatto ora. “Dopo tutto, qualcuno deve farlo”, giusto?!

È quindi abbastanza difficile lavorare con un collega che non può farlo. Oppure vivere con un partner che “dimentica sempre tutto”. O avere un figlio che non vuole mai fare i compiti o imparare o andare a scuola da solo.
Uno è quindi – e con te molte altre persone “neurotipiche” – molto veloce nel giudicare quelle persone “pigre” con le loro “teste confuse” e quindi ama assumere un'intenzione negativa dietro il loro comportamento. Perché semplicemente non riesci a capire come sia possibile che qualcuno dopo ripetuti promemoria non finisca ancora qualcosa.

C'è da meravigliarsi, quindi, che le persone con ADHD (Disturbo da deficit di attenzione e iperattività o anche una forma di neurodiversità) di solito abbiano una scarsa immagine di sé e spesso soffrano di sentimenti depressivi e paura del fallimento? Puoi incolpare "il sistema" per questo, o la "società" in cui viviamo e dove le cose devono essere finite in un certo modo e spesso a lungo termine. Ma questo non è il principale colpevole della miseria delle persone neurodiverse. I colpevoli sono purtroppo la maggioranza delle persone nella nostra società, i neurotipici, con tutti i (pre)giudizi e le aspettative. Persone che mettono il loro metro su persone che funzionano neurologicamente in un modo completamente diverso dalla maggior parte delle persone. Questo è spesso perché non sappiamo abbastanza sull'ADHD.

Qualcuno con un sistema nervoso ADHD non è in grado di usare l'idea di importanza o ricompense per iniziare e completare con successo un'attività. L'incapacità di utilizzare l'importanza e le ricompense per essere motivati ​​ha un impatto permanente sulla vita delle persone con ADHD:

  • Le persone con ADHD non rientrano nel sistema scolastico standard, che è costruito sulla ripetizione di ciò che un'altra persona trova importante e rilevante.
  • Le persone con ADHD non prosperano nel lavoro standard che paga le persone per lavorare su ciò che interessa a qualcun altro (vale a dire il capo).
  • Le persone con ADHD sono disorganizzate perché quasi ogni sistema organizzativo là fuori è costruito su due cose – la definizione delle priorità e la gestione del tempo – in cui le persone con ADHD non sono brave.
  • Le persone con ADHD hanno difficoltà a scegliere tra alternative perché tutto ha la stessa importanza. Per loro, tutte le alternative sembrano uguali.

La terapia per le persone con ADHD cerca di livellare il campo di gioco neurologico con i farmaci, in modo che la persona con ADHD abbia la capacità di attenzione, il controllo degli impulsi e la capacità di essere calmo dentro. Tuttavia, i farmaci per l'ADHD spesso non sono sufficienti. Una persona può assumere i farmaci giusti nella giusta dose, ma non cambierà nulla se si avvicina ancora ai compiti con strategie neurotipiche.

Il sistema nervoso ADHD regola l'attenzione e le emozioni in un modo unico e speciale, molto diverso dal sistema nervoso delle persone senza neurodiversità. Anche questo ha molti lati positivi. Quindi non stiamo parlando di un sistema nervoso danneggiato o difettoso. La parola "disordine" è quindi del tutto inappropriata qui. Il sistema nervoso ADHD funziona perfettamente, con il proprio insieme di regole.
Sapevi che le persone con ADHD hanno spesso problemi a scuola da un lato, ma di solito sono persone con un QI più alto della media? Usano anche quel QI più alto in modi diversi rispetto alle persone neurotipiche. Sono in grado di affrontare i problemi con cui gli altri lottano trovando soluzioni che nessun altro ha visto. Da allora ho imparato che le persone con ADHD nascono con una sorta di "superpotere". E vorrei fare luce anche su questo!

Se le persone neurotipiche hanno un intervallo di attenzione di 0-10, potresti dire che qualcuno con ADHD ha uno di 0-5 e uno di 12-20! Falliscono alla grande nell'area del 5-10, ma a 12 è lì che si scatenano! I "normali" non potranno mai arrivarci.

Le persone con ADHD non mancano di attenzione. Tuttavia, è vero che prestano troppa attenzione a tutto. Hanno quattro o cinque cose in mente contemporaneamente, il che li induce a prestare un'attenzione incoerente. Aggiungi l'incapacità di scegliere quale sfida merita la priorità e voilà! Questo crea un problema.

Da nessuna messa a fuoco a super messa a fuoco

Chiunque abbia l'ADHD sa che può entrare "nella zona" più volte al giorno. Quindi sono iper-concentrati su ciò che ha la loro attenzione! Quando sono nella zona, non hanno limitazioni e scompaiono i deficit di funzione esecutiva che possono aver avuto prima di entrare nella zona. Spesso funzionano anche a un livello notevole! Le persone con ADHD sanno di essere intelligenti e intelligenti, ma non possono mai essere sicure che le loro capacità si manifesteranno quando ne avranno bisogno. Il fatto che sintomi e menomazioni vadano e vengano durante il giorno è il segno distintivo dell'ADHD. È piuttosto frustrante.

Le persone con ADHD entrano principalmente nella zona essendo interessate o incuriosite da ciò che stanno facendo. Puoi anche dire che hanno un sistema nervoso basato sugli interessi. Quindi questo può sembrare inaffidabile o egoistico. Il sistema nervoso ADHD vuole fare le cose che gli piacciono. Questo è il motivo per cui la procrastinazione è una disabilità quasi universale nelle persone con ADHD. Vogliono portare a termine il loro lavoro, ma non possono iniziare finché il compito non diventa interessante, impegnativo o urgente. La maggior parte delle persone con un sistema nervoso ADHD può impegnarsi in un'attività se l'attività è urgente, ad esempio una scadenza da fare o morire.
Gli ADHD entrano anche nella zona quando vengono sfidati o lanciati in un ambiente competitivo. A volte un compito nuovo o interessante attira la loro attenzione. Tuttavia, la novità è di breve durata e tutto invecchia dopo un po'.

Se hai l'ADHD, adottare un approccio positivo alla tua sfida è la cosa migliore che puoi fare per te stesso. Invece di concentrarti su dove non sei all'altezza, considera come entri nella zona. Inizia a scrivere come entri nella zona. Porta con te un blocco note o usa il tuo smartphone per farlo al momento. Dopo un po', avrai raccolto diverse tecniche che sai funzionano per te.

Chiedilo a te stesso:

  • Come mai sono nella zona adesso?
  • In quali circostanze ho successo?
  • Quando avrò successi nella mia vita attuale?
  • Sono in zona perché incuriosito? Se sì, cosa, in particolare in questo compito o situazione, mi intriga?
  • È perché mi sento sfidato? Se sì, che cosa nella situazione fa emergere il mio senso di concorrenza?
  • Puoi anche farlo insieme come genitore per o con tuo figlio. Fai delle domande a tuo figlio se vedi che è completamente assorbito da un gioco o da un'attività. In questo modo, tuo figlio può conoscere meglio il suo sistema nervoso e quindi anche vedere meglio i suoi punti di forza. E questo ti aiuterà anche come genitore, a vedere tuo figlio sotto una luce migliore e quindi a fornire un supporto migliore.

Non puoi trasformare qualcuno con ADHD in una persona neurotipica. Non funzioneranno MAI come il resto del mondo. Prima fai pace con questo, meglio è.

Sarei pazzo se dovessi dire qui che possiamo curare le persone con ADHD lasciando loro annusare l'olio essenziale. Non è proprio vero! Ma possiamo usare gli oli essenziali in modo utile per guidare qualcuno con ADHD.

In che modo gli oli essenziali possono supportare le persone con ADHD?

Gli aromi si collegano rapidamente e fortemente con il tuo sistema nervoso e le tue emozioni. Annusando un certo aroma puoi influenzare le tue emozioni! In questo modo puoi anche collegare determinati aromi a una situazione e alle tue sensazioni durante quella situazione.

Questo è ciò che facciamo quando, ad esempio, consigliamo un rituale di 'andare a letto' per i bambini piccoli.

Accendi il diffusore nella loro stanza 30 minuti prima di coricarti. Ogni volta con lo stesso profumo. Presto il sistema nervoso fa la connessione che dopo aver percepito questo aroma si riposa. Questo stesso aroma può aiutarti a staccare la spina meglio la sera o a rilassarti in una situazione stressante durante la giornata.
Ovviamente puoi farlo anche in altre situazioni e usarlo molto convenientemente per te stesso: supponi di scoprire che una certa attività (disegnare, ascoltare musica, camminare) ti mette facilmente nella zona. Quindi combina questa attività con un olio particolare che ti piace nel tuo diffusore, oppure somministra 1-2 gocce nella tua mano o usa l'olio in un roll-on sulla pelle e inspira e fallo ogni volta che fai quell'attività.
In questo modo puoi entrare più facilmente nella zona e forse anche rendere più piacevole un compito spiacevole. È anche un'idea passare più spesso ad altri aromi, per stimolare la sensazione di "nuovo", che può motivarti.

Agitazione ed esplosioni emotive nell'ADHD

Ci sono molte caratteristiche dell'ADHD che rendono difficile gestire la rabbia. Forse il più forte è la diminuzione della funzione esecutiva e la diminuzione dell'inibizione, che porta a reazioni affrettate alla frustrazione e all'impazienza. Le persone con ADHD provano anche emozioni più intensamente rispetto alle persone neurotipiche, facendole reagire in modo eccessivo a situazioni o esperienze a cui la maggior parte delle persone reagirebbe ragionevolmente. Quando si combinano scarse capacità di memoria di lavoro, tipiche delle persone con ADHD, con impulsività emotiva, una persona potrebbe non dire le cose giuste o intraprendere le azioni giuste quando è frustrata o arrabbiata. Aggiungi scarsa autostima e sonno insufficiente e puoi capire perché le persone con ADHD hanno più difficoltà a regolare le proprie emozioni o a "resistere" più a lungo in una determinata emozione.

La dopamina è una sostanza chimica nel cervello che svolge un ruolo nella regolazione della cognizione, della memoria, della motivazione, dell'umore, dell'attenzione e dell'apprendimento. I livelli di dopamina possono influenzare l'umore, l'attenzione, la motivazione e l'esercizio di una persona. La dopamina regola anche il sistema di ricompensa del cervello, con i suoi livelli che aumentano nel cervello quando una persona sperimenta qualcosa di piacevole. Le persone con ADHD possono avere una maggiore concentrazione di trasportatori della dopamina nel cervello. Questi trasportatori rimuovono la dopamina dalle cellule cerebrali. Se ci sono più trasportatori in un'area del cervello, lo fanno troppo rapidamente, dando alla dopamina meno tempo per agire. Ciò può far precipitare i livelli di dopamina.
I sintomi di bassi livelli di dopamina includono la perdita di piacere in cose che una volta trovavi piacevoli, mancanza di motivazione e apatia, difficoltà a prendere decisioni e regolazione del sonno.

A causa della mancanza di dopamina, le persone con ADHD sono più sensibili a mangiare snack dolci e salati perché creano una sensazione di "soddisfazione".
Si potrebbe obiettare che le persone con ADHD sono "programmate chimicamente" per cercare "di più". Mangiare carboidrati, ad esempio, innesca un aumento di dopamina nel cervello. L'impulso di provare "sazietà" può portare a abbuffate.
Di conseguenza, le persone con ADHD possono essere più inclini al sovrappeso.

I 3 consigli più importanti per prevenire l'obesità nelle persone con ADHD:

  • Consumare diversi mini-pasti durante il giorno (pascolo), per fornire una fonte di stimolazione continua, che può ridurre i sentimenti di irrequietezza nelle persone con ADHD.
  • Prevenire il mangiare impulsivo creando un "ambiente alimentare" che promuova un'alimentazione sana. Ciò significa liberare la tua casa da patatine, cioccolato e altri snack che promuovono il binge eating, mentre fai scorta di pasti nutrienti e spuntini che richiedono poca preparazione. Bastoncini di mozzarella parzialmente scremati, uova sode, yogurt, barrette proteiche, frutta secca, noci e semi, mele e arance sono tutte ottime scelte.
  • Con l'esercizio fisico regolare, gli adulti con ADHD possono aumentare i livelli basali di dopamina e noradrenalina stimolando la crescita di nuovi recettori in alcune regioni del cervello, regolando ulteriormente l'attenzione e riducendo la tentazione di aumentare la dopamina attraverso il cibo.

I micronutrienti più importanti per le persone con ADHD

L'uso di integratori alimentari è un punto di svolta. Ottenere più nutrienti è importante per tutti, neurotipici o meno. Ci sono molti studi diversi da trovare e quasi ovunque si legge la conclusione che si possono vedere prove contrastanti sull'efficacia dell'integrazione. Tuttavia, è esattamente quello che mi aspetterei. Come mai? Perché non esistono due corpi uguali!

Due persone con sintomi di ADHD possono avere carenze nutrizionali diverse. Possono anche rispondere in modo diverso all'integrazione a causa delle differenze nella loro genetica e digestione. Potrebbero aver ricevuto una forma diversa dello stesso supplemento. In effetti, reagiranno in modo diverso agli integratori a seconda della quantità di stress che hanno subito quando li hanno assunti.

Questo rende difficile trattare l'ADHD con i nutrienti se stai cercando un protocollo comune che funzioni per tutti.

Quindi questo mostra perché, se non hanno il tempo o l'esperienza per un approccio individualizzato, i medici di solito non danno consigli sui nutrienti come strumento per il trattamento. Ma ciò non significa che non si possa fare.

Le persone con ADHD, come le persone neurotipiche, possono beneficiare di nutrienti naturali, che supportano l'equilibrio emotivo.

Forse è ancora più importante per le persone con ADHD optare per un supporto naturale, perché i deficit oltre alla (dis)funzione neurologica possono causare ancora più irritabilità.

Ci sono molti micronutrienti diversi che sono stati studiati negli studi.
Vitamina B12 en acido folico sono necessari per la produzione di noradrenalina, serotonina e dopamina. La noradrenalina e la serotonina sono neurotrasmettitori nel cervello che influenzano i modelli di comportamento mentale e gli stati d'animo.

Anche ferro, vitamina B3 e vitamina B6 può aiutare ad aumentare i livelli di dopamina.

Gli integratori alimentari acidi grassi omega-3, inositolo e N-acetilcisteina hanno tutti mostrato miglioramenti nei sintomi della disregolazione emotiva.

Probiotici, Ginkgo Biloba, Curcuma, Oregano olio, magnesio, vitamina D tutti hanno un effetto positivo sul metabolismo della dopamina. Anche Ginseng può aumentare i livelli di dopamina negli esseri umani, in particolare quelli con ADHD, ma sono necessarie ulteriori ricerche.

Devi acquistare tutti quei tessuti separatamente? No, può essere molto più semplice! Pacchetto Vitalità per tutta la vita di doTERRA è un integratore alimentare quotidiano completo che dà ai nostri corpi una spinta in più per la salute per tutta la vita.

La composizione di ciascuna delle tre parti del pacchetto Lifelong Vitality risponde ad aspetti specifici delle nostre esigenze nutrizionali.

MicroPlex VMz è una formula bilanciata di 22 vitamine e minerali essenziali. Quindi questo è un multivitaminico che fornisce il giusto equilibrio senza sovradosaggio. Ha anche una combinazione ben bilanciata di minerali come zinco, ferro e selenio.

xEOmega offre, tra l'altro, acidi grassi omega-3, questi sono acidi grassi polinsaturi, che sono essenziali per la costruzione delle cellule del corpo.

Alfa CRS+ è la miscela proprietaria di doTERRA di prodotti botanici di supporto cellulare. In poche parole, questo è un concentrato di adattogeni, antiossidanti e polifenoli vegetali, che proteggono il corpo e supportano i sistemi cellulari chiave.

Il mio consiglio è di combinare il LLV con TerraZyme di doTERRA; questi sono enzimi che ti aiutano a ottenere di più dal tuo cibo e integratori. È quindi un'idea intelligente assumere una capsula Terrazyme ad ogni pasto, per ottenere ancora più nutrienti dal tuo cibo.

La carenza di nutrienti è un invisibile fattore di stress per il tuo corpo e il tuo sistema nervoso. Se riesci a eliminare questo, allora sei già un grande passo avanti verso un sé più calmo, verso essere più in equilibrio con te stesso.

La composizione del tuo microbioma può anche influenzare molti processi nel tuo corpo e sicuramente anche il tuo umore e la tua capacità di affrontare lo stress. PB Assist+ è una formula brevettata con fibra prebiotica e sei filamenti di microrganismi probiotici in un'esclusiva capsula a doppio strato a base vegetale.

Puoi fare solidi progressi esaminando i principali pilastri della funzione corporea e aggiungendo sostanze nutritive, rimuovendo i cibi irritanti e migliorando la salute dell'intestino per sostenerli.

I nutrienti possono aiutare con l'ADHD.

 

Carrello della spesa